p5rn7vb

Santa Marta (Venezia): Comunicato sui avvenuti all’Ex Ospizio Occupato

Dagli e dalle occupanti dell’Ex Ospizio di Santa Marta con richiesta di pubblicazione, in merito alla versione diffusa dai media di regime al seguente indirizzo:

http://nuovavenezia.gelocal.it/cronaca/2014/07/29/news/picchiato-a-sangue-calci-e-pungni-a-santa-margherita-1.9680376

Sulle infamanti accuse apparse oggi sulla Nuova Venezia e in merito al comunicato diffuso dal Voina art-group

Scriviamo in merito alle brutali e infamanti accuse apparse oggi sulla Nuova Venezia, a firma di Carlo Mion, e in merito al comunicato diffuso dal Voina art-group riguardante i fatti accaduti davanti alla casa occupata “Ex Ospizio” di Santa Marta.

[Read More]

Tags:

Milano: Nuova occupazione, nasce Casa Brancaleone

Comunicato che rivendica l’occupazione di Casa Brancaleone, avvenuta lunedì 28 luglio nella periferia Nord-Ovest di Milano:

Abbiamo occupato via Casella 14 perché da tempo sentivamo la necessità di vivere assieme e sperimentare modalità di autosostentamento libere dalle logiche di mercato e formule di socialità altre dalla noiosa vita passata tra scuola, casa, lavoro e chiesa. [Read More]

Germania: L’occupazione della Foresta di Hambach fa appello alla solidarietà

Traduzione da Machorka:

L’occupazione della Foresta di Hambach fa appello alla solidarietà

Attualmente stiamo bloccando l’espansione della più grande miniera di lignite a cielo aperto in Europa occidentale con piattaforme sugli alberi e barricate attraverso la Foresta di Hambach. Dopo l’ultimo sgombero il 27 marzo 2014 abbiamo ri-occupato la foresta, questa volta costruendo non una ma due sedi separate sugli alberi con più piattaforme, case sugli alberi, stradine nel mezzo e barricate in tutta la foresta. [Read More]

Tags:

Torino: Sgomberato Hell Chuncho

cronaca dello sgombero di Hell Cuncho:

Verso le 7 e 30 del mattino viene bloccato il traffico in via bologna per permettere lo sgombero di hell chuncho.
Due occupanti riescono a raggiungere il tetto, un sovreccitato digos li raggiunge in corsa e getta di sotto i viveri e il materiale stipato per la resistenza, poi sempre lo stesso supermerda decide di provare a convincere i ragazzi a scendere prendendone uno dal collo, il quale riesce però a divincolarsi.
Di lì a poco i compagni decidono di scendere dal tetto per evitare problemi ad un altro occupante il cui permesso di soggiorno era scaduto.
I sei occupanti vengono poi denunciati a piede libero per invasione di terreno ed edificio.
A sgombero avvenuto gli occupanti e qualche solidale rimasto fanno un giro per salutare il quartiere, intonando cori e lanciando qualche petardo.
La sbirraglia che evidentemente non aveva nulla di meglio da fare che circondare il gruppo che sostava in un bar e fermare un occupante (purtroppo a differenza di quello che recitano i giornali nessun sasso è stato lanciato alle merde), che verrà rilasciato qualche minuto e qualche minaccia dopo.
Non è un addio ma un arrivederci.

Firenze: Occupazione viale corsica 81, FIFA go home!

fifagohome-stairs

Mercoledi 9 luglio 2014
Dalle 17:30
Discussione sulla situazione brasiliana ripercorrendo le mobilitazione dell’ultimo anno scoppiate per le gravi diseguaglianze e alimentate dalla dura repressione attivata per l’organizzazione dei Mondiali di calcio
+ proiezione video [Read More]

Barcellona: repressione e ricostruzione dopo lo sgombero di Can Vies

CanVies_kartela_DINA3

Alcune delucidazioni rispetto alle conseguenze repressive di quello che viene chiamato “effetto Can Vies“, ovvero una settimana di scontri e danneggiamenti vari in solidarietà allo sgombero del centro sociale Can vies di Barcellona. Attualmente rimane in carcerazione preventiva solo un ragazzo, l’altro di origine catalana è uscito da pochi giorni. Si sta aspettando di avere una comunicazione diretta con lui per poter divulgare, nel caso, piu informazioni. Sicuramente non è rosea la sua situazione, vista la mancanza della certificazione di una residenza e l’assenza di famigliari diretti, cose che nella giurisdizione spagnola, all’ora di rilasciare qualcuno in libertà in attesa di processo, contano. [Read More]

Barcellona: Chiamata alla solidarietà dopo la rioccupazione di Can Vies

Da lunedì 28 di maggio, data dello sgombero del Can Vies, storico centro sociale occupato da 17 anni, sono scaturite giornate di manifestazioni, cortei e scontri; il numero dei detenuti si avvicina purtroppo a novanta compagni e compagne, ma fortunatamente l’esito riguardo alla casa è stato piuttosto positivo: ce la siamo ripresa!!! Adesso è in programma la ricostruzione.

E’ stato creato un sito di crowdfunding per pagare la ricostruzione (una parte dell’edificio è stato demolito, prima che bruciasse la gru dell’impresa incaricata durante il secondo giorno di scontri) e per le spese legali.
Stiamo ultimando anche la traduzione in italiano della pagina e del video, finora ancora in catalano.

Maggiori info sul sito http://www.verkami.com/projects/9257-refemcanvies

Che viva la solidarietà!!

Ferrara: Nuova occupazione – La Comune

Abbiamo occupato una casa cantoniera a Ferrara in via Padova 44. Siamo un’associazione di persone che necessitano di uno spazio fisico dedito a finalizzare i nostri intenti. I nostri obbiettivi sono :
Riqualificazione ambientale
Sostegno alla persona
Promozione culturale
Offriamo la possibilità a chi lo desidera di utilizzare lo spazio per esporre le proprie opere d’ingegno, affiancandolo e seguendolo nel percorso divulgativo del suo lavoro creativo.

Bologna: Scarcerati i compagni arrestati dopo sgombero di Casa Mannaja

Giovedì, nel tardo pomeriggio, i tre compagni che erano stati arrestati in seguito allo sgombero della loro casa, sono stati scarcerati. Dopo l’udienza, avvenuta direttamente alla Dozza, il giudice ha scelto la misura cautelare del divieto di dimora per tutti e tre, con la direttiva di poter solo recuperare quel poco che erano riusciti a portare fuori da casa, e allontanarsi immediatamente da Bologna. Il divieto di dimora è imposto su Bologna e provincia, e Chiomonte (Val di Susa). [Read More]

Irlanda: Invito all’Incontro Internazionale Squatters [Dublino 25 > 28 settembre 2014]

squatterconvposter

Incontro Internazionale Squatters 2014 Dublin
Dal 25 al 28 settembre 2014

Chi ha detto che non puoi occupare in Irlanda?!
preparati per un meraviglioso lungo week end di workshops, condivisione dei saperi, concerti, film, networking, cibo vegano, complotti e magari rovesciamento dello stato… per celebrare l’OCCUPAZIONE in un mondo che straripa di tragici e bellissimi spazi vuoti!
Dai il tuo contributo a questo incontro proponendo workshops e dibattiti per far conoscere le storie nella tua comunità!
Porta te stesso, i tuoi workshops, porta i tuoi amici, lascia il tuo lavoro e le tue stronzate, lascia i proprietari delle case. Fotti i padroni (non FOTTERTELI…)
Prendi questo volantino, passalo in giro, incollalo, diffondilo via email, nel tuo prossimo pezzo post punk!

Dillo al mondo! Occupa il mondo!

tell the world – squat the world!